mercoledì 16 gennaio 2019

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

COMUNICAZIONE IMPORTANTE  


Vi ricordiamo che è in funzione il blog riguardante tutti gli ospedali dell'ASST SETTE LAGHI, dove sia cittadini che personale medico e infermieristico possono segnalare disagi, disservizi, negligenze, ecc. anche in modalità completamente anonima.

PRONTO SOCCORSO


Ieri è apparso un articolo della Prealpina dal titolo: il Pronto Soccorso è in affanno. Siamo lieti di constatare che anche la Prealpina finalmente si sia resa conto della criticità del ps: che si siano fulminati sulla via di Damasco? Cari amici, il pronto soccorso è sempre in affanno e sono anni che sembra un campo profughi (con tutto il rispetto per esso). La causa? Esso è privo di guida, senza un'organizzazione e una programmazione. Quando qualche medico ha provato ad organizzarlo con un piano scritto, piano che sarà mia premura consegnare al DG Dott.Bonelli, il responsabile si è guardato bene dal prenderlo in considerazione ed anzi ha fatto in modo che il medico e altri colleghi andassero via. Oggi il PS funziona grazie all'impegno e la dedizione di alcuni medici e grazie al fantastico personale infermieristico.




https://www.prealpina.it/pages/pronto-soccorso-in-affanno-185122.html?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

venerdì 11 gennaio 2019

PROBLEMATICHE "OSPEDALE DEL PONTE"

Ospedale Filippo del Ponte

Al nuovo Padiglione Michelangelo nato per ospitare tutti i reparti pediatrici sparsi in vari ospedali e centri ,e far sorgere una grande pediatria che fosse punto di riferimento di tutta la provincia e non solo. Oggi  ci ritroviamo  una Cardiologia Pediatrica    collocata nel vecchio ospedale in cantina dove o non funziona il riscaldamento oppure scoppia qualche tubo e allaga il reparto , una vera eccellenza varesina ,l'unica di tutto il nord ovest della Lombardia e del Verbano ,che pochissimi ospedali hanno ,così necessaria oggi che i bambini con malattie cardiache congenite si salvano ,mentre prima morivano , è necessaria la Prevenzione .
L'Audiovestibologia di Varese è il primo centro in Italia e uno dei migliori in Europa per la cura della sordità infantile ,costretta a non accettare altri bambini per mancanza di risorse ,alla quale vieni continuamente chiesto di ridurre il Budget ,mentre in realtà andrebbe aumentato per l 'importanza del ruolo che svolge. E ' un centro dove il bambino passa dall'essere handicappato tutta la vita (sordo muto) ad essere un bambino normale ,che conta con personale qualificatissimo , preparatissimo e gli si chiede di abbassare il budget  e di non prendere più in carico altri bambini.
 La Pediatria ha carenza di pediatri eppure bisognerebbe investire sulla Gastroenterologia , sulla Diabetologia ,sull'Allergologia  o sulla SIDS/morte in culla , per la quale Varese vanta uno dei centri di cura e ricerca migliori in Italia e collegata a livello internazionale inoltre punto di riferimento del nord Italia .
 Urologia Pediatrica una super-specializzazione che pochi ospedali possono vantare richiede potenziamento per svolgere in maniera eccellente le proprie attività. 
Ci chiediamo quando verrà ultimata la Diagnostica e attendiamo  ancora il Pronto Soccorso Pediatrico  che avrebbe dovuto essere inaugurato a" dicembre 2017" e  se va tutto bene quest'anno verrà ultimato perché mancavano i fondi per assumere i medici.  
Infine non è chiara la situazione per quanto riguarda la Terapia Intensiva Pediatrica   fondamentale per un'ospedale di riferimento Provinciale. 


Da cittadini preoccupati per la collettività vi chiediamo di far partire al più presto  i servizi di eccellenza per garantire  un servizio migliore a tutto il territorio.   







Ginecologia

                                                        Ginecologia Posti Letto 39
Personale Medico
27 medici strutturati (dei quali solo 1 di giro in ginecologia e spesso facente anche medico di guardia in pronto soccorso o interventi in sala operatoria) E 1 specializzando a turno.

Personale Inferm/Ausil : un coordinatore
24 infermieri ( di cui 16 a tempo pieno
4 al 70 % ,1 al 90 % ,1 all' 84% E 2 al 50 % )
10 ausiliari di cui 8 a tempo pieno e 2 partime ;  Personale O.S.S.= zero

     Il personale medico ruota sempre, non c’è continuità quindi quasi ogni giorno il medico che fa il giro non conosce la maggior parte delle pazienti...questo comporta tempi più lunghi per il giro visita  (con le infermiere che spiegano i casi ai medici) e le lamentele di alcune pazienti, inoltre è presente un unico specializzando che deve occuparsi di troppe cose contemporaneamente tra cui la compilazione delle cartelle cliniche di pazienti esterne che sono in attesa di intervento ( cosa che preferibilmente andrebbe svolta da un medico in ambulatorio perché porta via tempo prezioso durante le ore del mattino per le molteplici attività di reparto)
  Così il giro medico inizia troppo tardi, a volte anche nel primo pomeriggio posticipando molte attività tra cui le dimissioni dei pazienti.
   Quando il medico di giro è anche in guardia o di sala operatoria il tutto viene spesso interrotto da chiamate e allontanamento del medico del reparto.
   È un periodo difficile a causa del recente trasloco e tutto è in continuo cambiamento però alcune situazioni problematiche si trascinano da troppo tempo..
   Di notte non è previsto personale ausiliario ne OSS ma solo infermieri che quindi devono occuparsi di tutto comprese pulizie carrelli ,rifornimento materiali , trasporti,svuotamento sacche urine , svuotamento e pulizia bidoni raccolta urine e altre cose che potrebbero fare ausiliari o OSS (demansionamento)
  Soprattutto per i trasporti delle pazienti nascono dei problemi perché gli infermieri non possono abbandonare il reparto e devono quindi avvalersi del personale ausiliario di altri reparti ( sala parto opp) . Punto di primo intervento pediatrico) A volte la loro disponibilità non è immediata è questo comporta dei ritardi ( a volte anche per trasporti in sala operatoria)
  Anche di giorno ci sono solo ausiliari e nessun OSS quindi moltissime attività sono completamente a carico degli infermieri ( igiene mattutina delle pazienti, rifacimento letti , posizionamento padelle , rilevamento temperature e altri parametri)
e avendo spesso ricoverate pazienti non autosufficienti a volte il giro letti- igiene termina oltre le ore 9 comportando ritardi nella preparazione e somministrazione delle terapie delle ore 8 .
  Questi ritardi a volte si ripercuotono su tutte le attività del turno portano gli infermieri a fermarsi spesso oltre orario di fine turno per scrivere le consegne infermieristiche.

Ricoveri per interventi chirurgici
  Spesso oltre ai già numerosi interventi programmati si aggiungono persone provenienti dal DH per non disponibilità dei posti letto ( i medici programmano più interventi dei posti disponibili) portano i ricoveri a numeri piuttosto alti oppure ( in caso di non disponibilità posti anche in reparto) alla cancellazione dei piccoli interventi rinviando al domicilio le pazienti con tante scuse .
Questo è spiacevole visto che si potrebbe evitare con una migliore organizzazione da parte dei medici.










giovedì 10 gennaio 2019

DIABETOLOGIA


LETTERA  PAZIENTE AFFETTO DA DIABETE DI TIPO 1 



       Trovate nel blog la pagina dedicata alle criticità dei reparti di Nefrologia, Dialisi e Trapianti dell'ASST Sette Laghi .
     

domenica 6 gennaio 2019

CHI SIAMO

Il Comitato Noi Per L'Ospedale è nato a tutela del diritto dei cittadini e pazienti che si rivolgono agli Ospedali dell'ASST Sette Laghi,  affinché possano essere forniti servizi sanitari sempre migliori.
 Si premette che l'articolo 32 della Costituzione Italiana, nel sancire la tutela della salute come "diritto fondamentale dell'individuo e interesse della collettività", di fatto obbliga le istituzioni a promuovere ogni opportuna iniziativa e ad adottare precisi comportamenti finalizzati alla migliore tutela della salute.

Il Comitato è portavoce di tutte le preoccupazioni e i disagi dei pazienti e della cittadinanza al fine di salvaguardare gli ospedali varesini da ulteriori depauperamenti delle prestazioni sanitarie.  Il Comitato vuole fungere da aggregazione di tutte le forze sociali che vogliano impegnarsi a stimolare un percorso che valorizzi e tuteli i servizi sanitari e le risorse professionali sanitarie del nostro territorio. 
Esso è intenzionato a promuovere ogni iniziativa utile e necessaria  volta a difendere le eccellenze  in termini di servizi e di personale degli ospedali. Il Comitato agirà attraverso campagne di sensibilizzazione dell'opinione pubblica e si rivolgerà a tutti gli organi istituzionali  che abbiano il potere di intervenire in maniera diretta od indiretta  per garantire la tutela al diritto della salute dei cittadini e del personale sanitario affinché questo abbia gli strumenti per erogare i servizi necessari per gli utenti.
Il Comitato è spontaneo, apartitico e intende perseguire esclusivamente finalità sociale, civile e di cittadinanza attiva.
La presente iniziativa rimane aperta a chiunque altro condivida i principi ispiratori del comitato.
Viene quindi aperto questo blog "cittadini per il diritto alla salute" che, oltre ad aggiornare i cittadini su tutto ciò che riguarda gli ospedali in generale, informa sulle iniziative del comitato Noi Per L'Ospedale. Il blog è concepito per avere uno spazio per ogni singolo ospedale della provincia, nel quale ogni dipendente e ogni cittadino potranno denunciare criticità, malfunzionamenti, disservizi e carenze rimanendo nell'anonimato. 
Nelle prossime settimane inizieremo la nuova attività volta ad aiutare a migliorare la sanità esistente.
Attendiamo la chiamata del Direttore Generale Dott.Bonelli per illustrargli le criticità lasciate dalla vecchia gestione.


Questa nuova attività scaturisce, oltre che dalla necessità degli utenti ad avere più voce in capitolo sui disservizi e criticità, anche dalla necessità del personale medico-infermieristico ad avere più voce e tutela sulle reali condizioni di lavoro a cui è sottoposto.

CHI SIAMO

Il Comitato Noi Per L'Ospedale è nato a tutela del diritto dei cittadini e pazienti che si rivolgono agli Ospedali dell'ASST Sette L...