DIABETOLOGIA





Di.Va Associazione Diabetici Varese , deve purtroppo constatare che il reparto di diabetologia dell’ospedale di Circolo ha un’urgente necessità di riorganizzazione sotto diversi aspetti. Vi afferiscono oltre 8000 pazienti l’anno tra cui diabetici di tipo uno e di tipo due , giovani e anziani, diabetiche in gravidanza e diabetici con complicanze, che si trovano a dover affrontare lunghe attese per poter effettuare visite di controllo senza la programmazione di un’agenda dedicata alla loro patologia 
Spesso gli esordi , i pazienti in acuto ( con flebo per iperglicemie pericolose) e con svariate urgenze vengono assistiti in augusti spazi non idonei : nei corridoi dell’ambulatorio ( già oberati dai pazienti in visita) piuttosto che sulle scale di servizio, senza un minimo di privacy e di comfort nei confronti del malato.
È indispensabile che ci siano ambulatori dedicati alle visite, ai corsi , alle complicanze, alle emergenze e alle gravide. Ambulatori già esistevano e che sono stati soppressi.
Vero dramma è poi la scarsità di personale medico e infermieristico specializzato nella gestione del diabete, dalle nuove tecnologie come sensori e microinfusori alle complicanze de reni , nervi,circolazione,piede diabetico. Si assiste invece a un dannoso turn over di personale spesso non abbastanza istruito sulla patologia. La presenza di personale infermieristico competente, presente fino a poco tempo fa , è fondamentale fondamentale per l’educazione terapeutica del paziente . Un reparto come la diabetologia non può reggersi solo sull'abnegazione di qualche Buon professionista volontario.
Ci sono inoltre enormi difficoltà nel recupero/rinnovo del materiale:come cateteri e set infusionali di microinfusori, sensori e aghi I port che portano ad una vera e propria interruzione terapeutica con conseguente peggioramento di autocontrollo è possibili complicanze a breve e lungo termine. Circa 200 malati sono in attesa di materiale e non si capisce perché all'improvviso L’ ASST abbia bloccato i fondi dedicati ai pazienti diabetici che da un giorno all'altro non hanno più i mezzi per curarsi meglio.
Sono necessari corsi di formazione all'autocontrollo del diabete in gravidanza, per poter imparare a gestire serenamente la terapia in un momento particolarmente difficile,in una stanza dedicata ai corsi e alle lezioni con medici e personale infermieristico. Attualmente purtroppo si effettuano visite alle donne gravide negli stessi spazi dove si effettuano medicazioni ai piedi. 
Nel passaggio della diabetologia pediatrica al reparto di diabetologia per adulti, si contano attese esasperanti e la mancanza di un nucleo di accoglienza impedisce il trasferimento al reparto adulti nei termini utili di età, andando contro le linee guida che raccomandano di trasferire i maggiorenni all'ambulatorio degli adulti. Il risultato è che molti ragazzi,trovandosi spaesati , abbandonano qualsiasi centro e non si curano più, andando incontro a pericolose ipoglicemie e iperglicemie e a complicanze devastanti .
Purtroppo le scelte strategiche della scorsa direzione generale hanno eliminato importanti servizi che prima esistevano ed erano perlopiù efficienti e che permettevano al paziente di prendersi cura ,in maniera più responsabile della propria patologia. Non dimentichiamoci della sospensione del servizio day Hospital durante il quale si potevano eseguito molti degli esami necessari al paziente , all'interno della struttura stessa.
Noi diabetici pretendiamo un servizio adeguato alla serietà della nostra malattia che è visibilmente diffusa e crea non pochi costi alla sanità se si pensa a tutte le problematiche che si potrebbero riscontrare nel corso degli anni. Il paziente è poco istruito per carenza di personale ed un sistema così inefficiente non induce la persona a prendersi cura responsabilmente della propria patologia,andando incontro a serie ed onerose complicanze, dal punto di vista fisico, psicologico e , per il servizio sanitario nazionale economico . 
Curare bene ora significa in salute nel tempo ! 








Nessun commento:

Posta un commento

CHI SIAMO

Il Comitato Noi Per L'Ospedale è nato a tutela del diritto dei cittadini e pazienti che si rivolgono agli Ospedali dell'ASST Sette L...