Problematiche Ospedale di Tradate


                                           Situazione Ospedale di Tradate

  Problema 1:
gravissima carenza di organico medico nel presidio, in particolare in Medicina Interna e Pronto Soccorso.

Nel 2006 l'organico medico in servizio presso la Medicina Interna era, oltre al direttore, composto da 6 medici dedicati prevalentemente al reparto, 2 alla diabetologia, 2 all'oncologia, 1 all'endoscopia digestiva e 1 medico dedicato alla neurologia. Tutti i 12 medici  partecipavano alla turnistica di guardia diurna sull'Unità Operativa di Medicina ed erano anche impegnati nella guardia notturna di PS, che aveva comunque un organico di 6 medici (3 di area medica e 3 di area chirurgica ) oltre al responsabile. Pertanto, l'attività di guardia medica e di PS "internistico"era sostenuta da almeno 15 medici
a novembre 2018 i dirigenti medici in servizio presso la Medicina Interna di Tradate, escluso il direttore, sono 4 dei quali uno assunto a partire dal giorno 1/11/2018 e un medico recentemente trasferito dall'ASST Valle Olona. Per quanto riguarda  il Pronto Soccorso, l'organico è costituito da 2 medici per l'ambulatorio Internistico e 3 medici per l'ambulatorio chirurgico, incluso il responsabile. L'attività di guardia medica del PS è perciò sostenuta da 6 medici  di cui uno con necessità di affiancamento legate alle recente assunzione. Gran parte della difficoltà del reparto di Medicina dipendono dal carico di turni di PS, dovuti alla scarsità di personale dello stesso.
NB: problemi analoghi anche in altri reparti ed ambulatori (Ginecologia ed ostetricia, Pediatria,  Endocrinologia, endoscopia digestiva, radiologia...)

 Problema 2:
Tradate, secondo presidio dell'azienda, pur essendo nella ASST Settelaghi da 3 anni,  rimane il più isolato in termini di collegamenti telefonici (necessità di passare da due centralini per comunicare con Varese) e in termini di collegamenti radiologici: non possibile refertazione a distanza da Varese, è necessario attivare di notte reperibilità radiologica con ritardi e costi.

Problema 3 :
Ai concorsi banditi dall'azienda per Tradate si presentano pochi candidati e in genere nessuno è disponibile a lavorare nel presidio. Dopo concorso a tempo indeterminato e ulteriore bando per tempo determinato solo 2 assunzioni, di cui una dal 1/9/2018 ed una 1/11/2018.

Soluzione:

  • ordini di servizio a medici del Dipartimento di Medicina Interna per copertura di turni di guardia, turni di PS, periodi di lavoro in reparto di due settimane a Tradate. Ordini di servizio iniziati a febbraio 2018 e sostanzialmente attivi fino ad ora con brevi interruzioni.

Problemi generati:

  • Gli organici dei reparti di Varese, quasi tutti al di sotto del previsto o al più alla soglia della sopravvivenza, vengono ulteriormente decurtati per coprire l'emergenza a Tradate (emergenza che dura almeno dal 2016)
  • Difficoltà nell'organizzazione interna dei reparti stessi, rendendo più faticoso il carico dei medici, già ampiamente al di sopra del previsto, e minando la continuità di cura dei pazienti ricoverati
  • La giustificata volontà di garantire a Varese gli standard di cura per i pazienti ricoverati, penalizza le attività ambulatoriali di secondo livello, che rischiano di chiudere, così come le attività scientifiche, che caratterizzano e danno valore a una ASST Universitaria.
  • Il perdurare di questa situazione rischia di rendere poco attrattivo lavorare anche a Varese, dando il via ad un progressivo allontanamento delle figure professionali più qualificate che troverebbero con facilità in altre aziende, incarichi più remunerativi in termini di soddisfazione personale e valorizzazione delle loro abilità 
  • La situazione necessita di essere affrontata immediatamente per evitare di compromettere la tenuta e la qualità dell'assistenza dei reparti medici di Varese, il che determinerebbe il collasso della capacità di assorbire le richieste del dipartimento di emergenza che gravano per gran parte su tali UU.OO.
  • La situazione va inoltre affrontata per evitare che si impoveriscano o addirittura cessino di esistere attività di ricerca che sono vitali per un ospedale universitario e attività ambulatoriali e di assistenza che solo il presidio di Varese è in grado di fornire a livello di Eccellenza.

Ipotetica programmazione :

Malgrado sia stato presentato, anche sulla stampa , un piano di investimento che coinvolge il personale di tutto l'ospedale di Tradate, apparentemente già operativo, è al momento programmato solo un colloquio per l'assunzione a tempo determinato di medici per il pronto soccorso (effettuato il 5/11/2018) per il quale hanno fatto domanda solamente 4 candidati e non è al momento noto in quanti effettivamente si siano presentati al colloquio.non vi sono dunque i presupposti perché l'invio di personale medico di Varese possa essere interrotto in tempi brevi.



Nessun commento:

Posta un commento

CHI SIAMO

Il Comitato Noi Per L'Ospedale è nato a tutela del diritto dei cittadini e pazienti che si rivolgono agli Ospedali dell'ASST Sette L...